Il Duomo

Situato nell’omonima piazzetta ma con il portone principale rivolto verso una stretta via laterale, il Duomo di Stilo o chiesa matrice è uno fra gli edifici religiosi più belli del paese. Di minore importanza rispetto all’antica chiesa bizantina conosciuta come Cattolica, il Duomo ha la porta ogivale e risale al 1400 nonostante in seguito al terremoto del 1783 che colpì duramente la Calabria, venne in parte ricostruito. Sotto l’attuale costruzione sono stati ritrovati resti delle pavimentazioni di origine tardo bizantina e paleo bizantina. Di fianco al portone d’accesso si trova una scultura insolita: due piedi nudi posizionati in verticale lungo la parete tentano di risalirla. Dal piazzale del Duomo si ha una bella panoramica su Stilo e la valle sottostante fino al mare. E’ chiaro che il bizantinismo in tutta la regione costituì, per diversi secoli, grandezza, valori storici ma, soprattutto, lasciò segni d’arte inconfutabili su ogni lembo di terra conquistata, nel senso più buono del termine. Stilo, in particolare, ebbe godimento di questi grossi benefici culturali tanto che nella cittadina molti, si è visto, sono i ricordi lasciati, e per lo più ancora intatti, da questa seconda ondata di grecizzazione della cultura e dell’arte meridionale, che durò fino alla seconda metà del primo secolo dell’anno mille.